La bellezza del verbo mantenere

No non pensate alla squinzia o al toyboy che si fanno mantenere dal partner ultra70enne!

Si parla di lettura, si parla di un libro la cui trama mi ha colpito così tanto che, dopo averlo regalato al mio migliore amico, me ne son comprato una copia per me.

I pesci non chiudono gli occhi è l’ultima opera di Erri De Luca e, in tutta sincerità, è il primo suo libro che mi capita di leggere :D

Forse l’inizio di un nuovo libro è un po’ come quando fai 4 chiacchere per la prima volta con un nuovo amico: devi un po’ prenderci la mano, trovare il giusto ritmo nella conversazione. Così è stato per me, nel senso che appena iniziato sembrava di dovermi abituare al il suo modo di scrivere (si beh, io leggo in treno, quindi immaginate il casino e la fatica per concentrarsi).

Non preoccupatevi, perchè dopo una manciata di pagine vien via liscio, e ti ritrovi ad apprezzare lo stile di De Luca, condito dai giusti spruzzi di dialetto napoletano e stralci di guerra ma, allo stesso tempo, pieno di poesia… vi giuro che alcuni passaggi mi hanno tolto il fiato, come le pennellate di un grande maestro su un’opera. Riesce a trasmettere sensazioni ed emozioni in maniera davvero efficace.

Ho piegato l’orecchia a una pagina in cui simpaticamente spiega come la capra sia ingiustamente bistrattata e usata come un insulto da qualche personaggio noto… quando invece, tempi addietro, ha salvato parte delle popolazioni del mediterraneo ;-)

Il libro lascia il sorriso sulle labbra, non vi dico niente di più…


Emma Bunton – Take My Breathe Away

Music & Summer #7

Una delle mie cantanti preferite di sempre…
Questi due pezzi li ho scovati nel DVD del tou Live at Last (favoloso), peccato che in Italia non siano passate molto.

Faccio notare che il tour è del 2004, guardate il balletto e poi ditemi se non è avanti anniluce, toglie il fiato.

Mentre questa…beh se fossi stato anche io al concerto mi sarei messo sicuramente a piangere!

Music & Summer #5

Un grande cantante, un grande poeta, un grande uomo…

“Pesca forza tira pescatore
pesca non ti fermare
anche quando l’onda ti solleva forte
e ti toglie dal tuo pensare
e ti spazza via come foglia al vento
che vien voglia di lasciarsi andare
più leggero nel suo abbraccio forte
ma è così cattiva poi la morte
è così cattiva poi la morte”