…in balia di correnti, in balia dei venti.

Freschino, eh? Mi sa che a breve ci tocca sfoggiare l’artiglieria pesante!

Dal canto mio oggi è stato un lunedì non troppo impegnativo. Ovviamente ho fatto meno di quello che mi ero prefissato, ma non mi posso comunque lamentare.

Due notti fa, mentre dormivo con F., ho sognato “Mr. Cazzoèimpegnato”. Ancora? Si! -.- Che ne dico? Sticazzi! Non ci vedo significati mistici o altro, ci vedo solo un disturbo, perchè non è bello svegliarsi tra le braccia di qualcuno e ricordare che hai sognato chi cerchi di lasciar perdere.

E’ dura. A volte mi sento totalmente trasportato da F., altre invece mi sembra che manchi qualcosa. Da un lato c’è la voglia di andare avanti e dall’altro la paura di ferire i sentimenti altrui. Da un lato la paura di non riuscire a sentire un coinvolgimento con la C maiuscola per qualcuno, dall’altro la paura di essere in balia di quello che potrei provare.

Ci vuole pazienza e non bisogna fare passi indietro. Il fatto è che è un po’ come remare con tutte le proprie forze non sapendo né dove si stia andando, né se la rotta sia quella giusta e tanto meno quanto manchi a destinazione…

Oggi posto Giorgia perchè si sa, l’amo. Credo che “Quando una stella muore” parli della fine di una storia….e adoro il video anche per l’alternanza tra lei in bianco e in nero. Mi rendo conto che su certe cose tendo a veder tutto in un modo o nell’altro, all or nothing, tutto o niente, e non accetto di buon grado che, di fatto, mi ritrovi da parecchio in sfuamture.

Vi ricordate il genio che ho frequentato un annetto fa? E’ venuto fuori che mentre stava con me era già fidanzato con un altro. Ora, sull’essere cornuto ero preparato, ma addirittura essere l’amante inconsapevole?!?! Certa gente davvero non ce la fa.

“…a metà tra il destino e casa mia
arriverà la certezza che non è mai stata colpa mia
non è stata colpa mia.”


Giorgia – Quando una stella muore

Vecchie lezioni

…che ogni tanto ripassiamo. :(

Sorvoliamo sui dettagli….ma mi sono accorto ancora una volta della differenza tra il sesso e quel qualcos’altro, che racchiude tante diverse sfumature.

Mi sono accorto ancora una volta della differenza tra il farsi una doccia per lavar via l’odore di qualcuno e il farsela nella speranza che quell’odore non scappi via.

Mi sono accorto ancora una volta della differenza tra l’abbracciare qualcuno stando coi piedi per terra e l’abbracciare qualcuno volando.

Mi sono accorto ancora una volta della differenza tra stare steso nel letto con qualcuno e lo stare a letto insieme.

Mi sono accorto ancora una volta della differenza tra lo sport e la passione vera.

Son vecchie lezioni, lo so, ma sembra sempre un po’ la prima volta.

Ho ancora in testa  L’odore Del Sesso di Ligabue, ma s’è già dato un paio di post fa….


Giorgia – Parlo Con Te

Ladies and Gentleman: Giorgia

Mi ritengo un discreto estimatore dei nostri artisti italiani. Non mi considero però un intenditore. Con un cantante vado un po’ a pelle, a simpatia, a momenti.

Ricordo che, in principio, non fossi questo grande fan di Giorgia ma, per questioni puramente casuali, ci sono stati diversi momenti in cui mi sono sentito molto in contatto con le sue canzoni. Quando ho sentito Marzo, singolo uscito poco dopo la scomparsa di Alex Baroni, sono rimasto molto colpito. Sono passato da Gocce di Memoria alla più orecchiabile Girasole, da un live un po’ esotico di Strano il mio destino a l’Eternità, passando per Stonata.

C’è chi la ama e chi la odia. Chi apprezza la sua voce e chi no. Io ricordo che, quando tanti anni fa vidi per la prima volta una sua intervista, mi sembrò leggera. Invece, crescendo, maturando forse, ho imparato a vedere le tante sfumature dei diversi caratteri, a notare la spontaneità e la timidezza. Devo ammettere che l’ho rivista sotto una luce diversa, l’ho rivalutata, mi sono informato ene ho apprezzato la profondità.

Una persona positiva, è questa la sensazione che mi da. Vederla poi su Facebook che, a notte fonda, rientrando da un concerto, si fa una foto mentre lava il vetro della macchina in Autogrill…insomma questa è più pazza di me :)

Il Live @ Mtv Unplugged è stato davvero il motivo per cui mi sono innamorato di lei. Un’interpretazione eccezionale, allegra, originale e accattivante (una scenografia minimal ma con un’illuminazione fenomenale, avrei pagato per fotografarla). Penso che sia una voce con cui si può investire bene il tempo e che spesso, mentre viaaggio, mi fa compagnia e mi sorprende anche quando sono distratto (è capitato che inserissi in qualche post un paio delle sue ultime canzoni).

Beh, visto il momento direi che non c’è canzone più adatta….


Giorgia – Love’s in need of love today

Distanze…decennali

Il 19 Marzo del 2002 Alex Baroni è vittima di un incidente stradale a Roma. Dopo un periodo in coma, il 13 Aprile, ci lascia, all’età di 35 anni.

Dieci anni fa era in coma, in equilibrio tra due mondi forse. Ha fatto veramente un sacco di canzoni. Segnalo il duetto con Carmen Consoli: Mai come ieri che ogni tanto mi torna nelle orecchie.
Ammetto di non conoscere la sua discografia, ma per me, da ignorante, questo è il suo pezzo più bello:

…i tramonti che vedrò e le canzoni che farai…


Alex Baroni – La Distanza di un Amore

Un testo stupendo, lo trovo davvero molto bello. Per me acquisisce una carica ancora più forte perchè immagino fosse dedicata a Giorgia….ma questo è un altro post.

Giramenti vari

Devo uscire da questa fase di scazzo perchè davvero sta diventando fastidiosa!

Considerazione generale: tutti abbiamo i problemi, tutti abbiamo i nostri sbattimenti, più o meno gravi (che poi comunque è soggettivo). Ora io mi chiedo, ma se uno ha le palle girate perchè deve rompere le palle agli altri? Io quando sono incazzato per i cavoli miei non mi metto a rispondere male a cazzo. Un conto se mi rompono le palle, ma altrimenti me ne sto nel mio!

Ora non capisco perchè il resto del mondo non faccia lo stesso! Il prossimo/prossima che mi tira una rispostaccia lo mando a fanculo, ecco.

Devo iniziare a programmare la situazione per i regali di Natale, altrimenti come tutti gli anni mi riduco al giorno prima… scarsa capacità di programmazione, è un mio problema da parecchio.

Un po’ di post fa avevo inserito una canzone di Giorgia, Vado Via, ma mi sono scordato di inserire una frase molto bella che ho riascoltato poco fa…

ritorno tra la gente lei mi guarda ma non sa
che cosa porto dentro con il peso del vissuto che mi ha reso grande
ma grandi non si è mai davanti a un’altra delusione
follie che scorderò
e forse sarai tu a ricordarti di me

….e compensiamo con un poì di tamarria ora! Buona serata ;)


Aubrey O’Day – Automatic

Face your demons

Sono monotono, lo so, dico sempre che sono settimane impegnate!

Anche in questi giorni imprevisti e coincidenze abbondano… dubito nei segni del destino e credo più al potere malato del mio cervello e delle sue associazioni mentali!

Settimana del pane al pane e vino al vino, sto cercando di parlare chiaro con chiunque mi capiti, in tutti gli ambiti… difficile parlare chiaro per uno che non ci sta capendo più nulla, iihihi.

Il pensiero di stasera è quello di continuare con il mood sopra indicato e, esagero, cercare di sfruttare le paranoie degli ultimi mesi per dimostrare a me stesso che ho imparato a gestirmela meglio. Vedremo….

Un abbraccioneoneone, e vi lascio con un gran bel pezzo…


Giorgia – Vado Via