Il giorno che tu fai pace con te…

7 giorni…=168 ore=10080 min=604800 sec

…ecco sì, mi sembra di aver reso l’idea! Mi sono accorto che è passata una settimana dall’ultimo post, e mi sono reso conto che questa settimana, tra code in tangenziale, coincidenze mancate, coincidenze puntuali come orologi svizzeri, tutto & niente, bhe…qualcosa è cambiato!

Oggi si schiariscono un po’ le idee, dopo un inizio di settimana davvero nebuloso. E’ stato un po’ complicato perchè mi sembrava di avere un po’ perso il controllo di me stesso, per citare le mie amate metafore automobilistiche, era un po’ come avere a che fare con una macchina che va per conto suo, ma va veloce, e invece che “guidare” in realtà eviti solo di schiantarti.

Fortunatamente le tempeste emotivo/ormonali di tanto in tanto danno tregua, così asciugo il vetro e cerco di capire un po’ dove mi trovo….

Ora come ora è come a essere davanti a mille strade, però con un pizzico di consapevolezza in più ed un navigatore che forse tra un po’ prenderà il segnale.

Continuo con la mia politica del “prima di prendere decisioni drastiche cerca almeno di mantenere le stesse intenzioni per più di 7 giorni consecutivi”; si lo so che di tanto in tanto bisogna agire d’istinto, ma quando c’è troppa carne sul fuoco e, soprattutto, quando c’è in ballo un’altra persona (che magari non è nemmeno interessata, ma mi sembra comunque giusto porsi il problema) è il caso di comportarsi da persone mature e pensare bene a ciò che si vuole!

Una piccola riflessione…. ma che casino è capire se una persona è interessata o meno? Insomma già non è da tutti riuscire ad affidarsi al proprio istinto, per di più in certe situazioni è inevitabilmente falsato da quelle che sono le nostre speranze, le nostra aspettative (anche se francamente non so quali siano le mie…), aggiungiamo poi che è anche difficile capire se si tratta davvero di qualcuno per cui valga la pena di perdere il sonno oppure lasciar perdere! Anche in questo caso siamo fregati dall’immagine che ci facciamo delle persone nella nostra testa, che spesso non corrisponde alla realtà….però sono problemi che abbiamo tutti, e con cui tutti abbiamo a che fare quasi quotidianamente.

D’istinto mi viene da dire “perchè le cose sono sempre così complicate???”, però devo ammettere in tutta sincerità che in qualche modo è piacevole affrontare tutto questo, credo che sia questo che si intende quando si dice “sentirsi vivi” (anche se lo stato psicologico che traspariva dalla mia faccia uscendo dall’ufficio sembrava più un “sentirsi inverstiti da un TIR”). Mi viene da ridere….magari tra 3 mesi rileggerò questo post e affermerò <<che scemo che ero>> constatando che si è concluso tutto in una bolla di sapone! In realtà lo dico ma spero che non vada così, anche se non sono tanto sicuro di sapere come spero che vada!

Mentre scrivo sento che, fuori dalla finestra, sta arrivando una tempesta apocalittica! Colpa mia, parlo di tempeste che danno tregua e tra un po’ arriva una tromba d’aria 😀

Annunci

One thought on “Il giorno che tu fai pace con te…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...