Accenti e virgole

Ognuno di noi ha i propri “pallini”. Se ne dovessi snocciolare uno è senza dubbio quello dell’accento spagnoleggiante. La cosa assurda è che questo chiodo me lo porto in tasca da non so nemmeno io quanto!

E’ sempre stato così, quando sento parlare una ragazza spagnola, o comunque di origine latine, mi si sveglia l’ormone. Ovviamente, anche dopo aver guadato il fiume della sessualità, questa mia simpatica caratteristica è rimasta, tanto che, sabato sera, in occasione di una cena con amici, ho percepito un certo interesse nei confronti di questo ragazzo che, apparentemente, non aveva nulla che mi facesse pensare che potesse essere il  mio tipo.

Non so bene spiegare la sensazione…. diciamo che uno non ti piace, ma non sai perchè ogni due per tre ti ci cade l’occhio! Il ragazzo in questione (D.) se non sbaglio è originario del Galles o giù di li: ovviamente ha passato tutta la serata a parlare in inglese e io, che lo capivo benissimo, non avevo però voglia di sforzarmi per imbastire una conversazione fatta bene. Sono parecchio arrugginito col parlato, non avevo davvero voglia di attivare quei pochi neuroni che mi sono rimasti.

Fatto sta che a metà serata, quando ho chiesto un paio di informazioni su di lui ad un’amica comune, l’arcano è stato svelato! Si è trasferito a Madrid e vive li da un po’ di anni…. come cavolo sto messo?! La mia prima reazione è stata un’esclamazione compiaciuta che suonava tipo un ” AH AAAAHHH!” del poliziotto che ha appena scoperto il colpevole del delitto grazie ad un’illuminazione improvvisa! Poi però ci ho pensato e mi sono valutato un po’ “prevedibile”, ma che ce devo fà, l’ho sempre saputo che ho dei gusti troppo commerciali 😉

Comunque è un mattacchione, l’abbiamo lasciato solo per quasi un’ora nel locale mentre eravamo fuori a fumare / cicarare / salutare 3 amiche che stavano andando via, e quando siamo rientrati ce lo siamo trovato in sindrome post abbandono con una tessera piena di buchini (si era scolato tipo 5 o 6 cocktail). Questo stordito era in giro senza il becco di un quattrino e l’amico che lo ospita era tiratissimo coi soldi. Ho finito per pagargliene 3 io: mi ha fatto passare troppo una bella serata e soprattutto in un posto frocissimo (serata Glitter) pieno di gay di qualsiasi tipo, non ho pensato nemmeno una volta a Mr. Cazzoèimpegnato…e fondamentalmente gliene attribuisco il merito.

Poi quest’estate al ritorno dalle vacanze farò tappa per 4 ore a Madrid, magari mi restituisce il favore! La scena più bella è di me, D. e altri 2 amici che, mentre siamo in macchina diretti al locale, cantiamo a squarciagola…

Annunci

11 thoughts on “Accenti e virgole

  1. hai mai visto “Un pesce di nome Wanda”? (ogni riferimento alla nostra comune amica è puramente casuale ;)) mi l’hai fatto venire in mente perchè la protagonista perde la testa per gli uomini che le parlano in una lingua straniera.

    • Mavaa!!! Ahaha te in giro con me e Amoon? Non sai che figure ti faremmo fare. Mentre facevamo l’aperitivo lo 3 ragazze al tavolo accanto ad un certo punto si sono zittite perchè erano troppo appassionate dai nostri discorsi 😉

      • ai tuoi forse visto che parlavi sempre tu 🙂 Scherzi a parte, carlotta vieni con me a fare shopping che vento non è capace: abbiamo visto 27 negozi in 2 minuti …lo shopping richiede pazienza!

  2. noooooooo V3nto, ma come puoi??? Amoon, ma almeno è valido come consulente? però poi giochiamo nei negozi? tipo ci proviamo delle cose improponibili? Quanto alle figuracce, bè non aspetto altro!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...