Mi indigno per: …e TU per cosa ti indigni?

Mi indigno per l’incuria con cui vengono dette certe frasi.
Mi indigno per la scarsa capacità di migliorarsi.
Mi indigno per la scarsa capacità di confrontarsi.
Mi indigno per l’inconsapevolezza delle conseguenze
scaturite dalle proprie parole.
Mi indigno per l’ignoranza dimostrata nei confronti
del peso delle proprie idee.
Mi indigno per l’indifferenza verso
i bisogni di chi ci circonda.
Mi indigno per la ristrettezza mentale che traspare dal badare
ai bisogni limitati nel recinto del proprio giardino.

Mi indigno per errori che quotidianamente commetto anche io, che a volte mi rendono una persona peggiore di quelle che critico. Mi indigno perchè forse, se fossi eterosessuale, non sentirei il minimo sdegno nei confronti di chi argomenta sul fatto che l’amore tra persone dello stesso sesso sia innaturale e senza diritto di tutela. Spesso si dicono frasi che feriscono, che come conseguenza hanno il limitare la libertà di chi coloro che ci stanno attorno, anche se magari non sappiamo che vengono colpiti dalle nostre parole.

Ho raccolto l’invito di Amoon per unirci tutti assieme nello scrivere un post sulla nostra indignazione. Ho volutamente costeggiato le tematiche LGBT perchè, senza troppi giri di parole, è quello che al momento tocca più “l’anima” di questo blog.

Sono consapevole che potrei parlare della fame nel mondo, della politica italiana, dei reati, del tasso di mortalità infantile, dell’evasione fiscale, di CHI PIE’ NE HA PIU’ NE METTA.

Scelgo volutamente di guardare nel mio giardino per portare chi legge ad una riflessione. Non c’è bisogno di essere dei Santi, non c’è bisogno di privarsi della propria vita dedicandola agli altri….a volte basta fare le proprie scelte con un minimo di coscienza. Posso benissimo dare la priorità ai miei bisogni, ma se lo faccio nel rispetto dei diritti e della libertà altrui, applico una regola che aiuterebbe a risolvere tutti i punti elencati nel precedente paragrafo.

Bisogna sapere perchè gli altri si indignano, perchè gli altri soffrono. Non c’è l’obbligo di farsi carico dei bisogni di chiunque, ma quanto meno saperli e tenerli in considerazioni. Ogni tanto bisognerebbe chiedere “…e tu per cosa ti indigni?” e non pensare solo a noi.

Ci manca senso civico. L’altruismo è di pochi, è un dono dell’anima, ma il senso civico è figlio della ragione, ed un popolo “evoluto” non dovrebbe farne a meno.

Annunci

7 pensieri su “Mi indigno per: …e TU per cosa ti indigni?

  1. Bravo summer, mi piace quello che hai scritto. Non aggiungo altro perchè condivido tutto e non c’è motivo che io approfondisca altri aspetti. Ma una cosa te la dico: non serve essere gay, lsb, trans, bsx ecc…per avere a cuore certi argomenti. Fortunatamente il mondo è anche pieno di etero che si battono per le cause gay e in generale contro le discriminazioni. Tempo fa parlai dell’arcigay pugliese e del rappresentate che era etero. Questo per dire che tu, come persona e con la tua educazione, avresti avuto a cuore questi problemi anche se fossi stato etero.

  2. Norden ha detto:

    si indigna e si interessa alle cause dell’indignazione solo la gente che nn la provoca

    apprezzabile il gesto ma temo sia fine a se stesso
    io ti leggo e ti seguo perché già so (da quello che scrivi) che tu la pensi così

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...