Pazze da treno

In cuffia che sembro essere in regia, mentre mi spupazzo le ultime pagine del libro del momento. Davanti a me una 30enne che ha potenzialmente avuto una giornata di merda (con sfogo da stress sotto al collo) che cerca di dormire. Alla mia destra altra 30enne alle prese con un libro sui bioritmi e cose complicatucce su questa falsa riga.

Dall’altro lato una squinzia sui 25, non proprio una gnocca direi, che sta raccontando tutti i cazzi suoi: dal perchè non è andata in vacanza di la, isola della trasgressione, eran tutti uomini, sono andata di qua, c’era lui, non eravamo ancora assieme, ma il posto era per vecchi…

Insomma Francesca Bioritmo (l’ho ribattezzata così) mi da un’occhiata e mi dice “ma quanto cazzo parla”. Io bonario sorrido 🙂

Un altro paio di fermate e Luciana Stressata (son Giovanni Battista oggi….), il cui sonno ristoratore aveva fatto sparire le macchie che avevo giustamente diagnosticato “da stress”, si desta, guarda male la squinzia, mi guarda e fa gli occhioni disperati. Io bonario sorrido 🙂

Arriva la sua fermata, si alza e scende. Al che, dato che la seguente sarebbe stata la mia, mi alzo, guardo le mie socie di sventura e dico “…la tortura è finita”.

Bonario sorrido e mi sciacquo dalle palle.

Bonariamente vostro… V3nto


Lady Gaga – Marry The Night (Live Acoustic)

Annunci

6 thoughts on “Pazze da treno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...