Spiccioli di saggezza

C’è chi trova risposta ai propri quesiti nei biscotti della fortuna…..e chi, guardando Centovetrine, riceve l’ispirazione per un nuovo post.
Gli argomenti in ballo erano il raggiungere un obbiettivo a qualsiasi costo, i torti, fatti o subiti,e la vendetta. Fondamentalmente sono rimasto arenato su due frasi.

“…la vendetta è solo un palliativo per chi non sa andare avanti…”
“…è giusto che chi ha sbagliato paghi per i suoi errori…”

Il punto è: quando la seconda condizione non si verifica, vale la pena mettere in discussione la prima per correggere la situazione? Oggi propendo più per il NO, tuttavia ammetto di avere un’opinione piuttosto mutevole sull’argomento…

Ma in fondo sarebbe meglio imparare a lasciarci alle spalle tutto ciò che fa emergere il nostro peggio, altrimenti si rischia solo di darla vinta due volte a chi ci fa un torto. A tal proposito ricordo un passaggio del Manzoni ne “I Promessi Sposi”, in cui appunto spiegava che “…i provocatori, i soverchiatori, tutti coloro che, in qualunque modo, fanno torto altrui, sono rei, non solo del male che commettono, ma del pervertimento ancora a cui portano gli animi degli offesi”.

Pensate che ho riacceso la TV e son capitato su un’intervista di un genitore di un ragazzo scomparso, che spiegava che la vendetta non serve a nulla…a quanto pare è l’argomento del giorno e non lo sapevo!


Thelma Houston – Flame (Almeno tu nell’universo)

Annunci

6 thoughts on “Spiccioli di saggezza

  1. meditare vendetta, così come portare rancore o rimuginare sui torti subiti, è solo deleterio per la nostra salute. questa è una di quelle conclusioni alle quali si può giungere solo avendo fatto certe esperienze, diversamente credo che non sia una cosa così immediata. ovvero: forse sono io che sono gnucca e ci ho messo tanto a capirlo e c’è chi invece lo fa più in fretta XD
    comunque: la miglior vendetta è sempre la nostra serenità, il nostro equilibrio. a chi ci ha voluto fare male, a chi credeva di poterci piegare, non è mille volte meglio mostrare quanto stiamo bene e siamo felici? e poi, se il destino aiuta, magari arriva anche il giorno in cui si presenta l’occasione della “vendetta”, nel qual caso: perchè no? ma vivere in attesa di quello, ripeto, è solo deleterio per noi stessi.

  2. personalmente non sono molto vendicativo, penso solo che al ruota gira per tutti! a volte è soddisfacente, a volte no, ma bon capita avere quantomeno un filo di malizia nelle disgrazie altrui.. è giusto che chi ha sbagliato paghi? si ma sa da vedere caso per caso!

  3. pan per focaccia … perchè non sarà sano vivere in attesa di vendicarsi, e nell’attesa farsi il fegato, ma nemmeno darla vinta ai prepotenti e sentirsi battuti (e farsi il fegato anche in questo caso). Probabilmente, come dice Guchi è anche una questione di esperienza e organizzazione.
    Perchè prima o poi capita a tutti di dover allungare un piede mentre l’avversario scende le scale … ma così, in relax 🙂

  4. Daffo ha detto:

    Sottoscrivo quello che dice Guchi. E poi a volte far capire all’altro che possiamo vendicarci, annientarlo… ma non farlo, è già di per sé una grande rivincita. Poi nei fatti, come dice Pier, se capita di… come io quella volta che ho dato un calcio negli stinchi alla mia ex… beh, quando ci vuole ci vuole. Non l’avevo previsto né programmato… ma è capitata l’occasione e non me la sono potuta lasciar sfuggire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...