Il primo posto

Chi avete al primo posto delle vostre vite?
Nelle vite di chi siete al primo posto?

Periodo di confusione, di mille fatti che si accavallano e serrano i ritmi delle giornate.
Faccio i conti con l’incapacità di capire cosa voglio davvero.
Diviso a metà tra l’amore e il rancore. Tra il me stesso del passato e il me stesso di adesso.

Sto cercano di fissare un po’ i punti, e quel che ne esce non è che mi faccia impazzire. Insomma ho sempre avuto paura che, quando qualcuno diceva di voler stare con me, non lo facesse tanto per chi sono io davvero, ma per il fatto che sono molto disponibile, sempre aperto verso il futuro, proposte e persone.
Come un coglione ho sempre messo davanti questo lato di me.
Come se uno avesse paura che le persone escano con lui perché è ricco, e di conseguenza gli paga la cena tutte le sere.
Un coglione.

Per il resto, in questo momento, penso di non riuscire a vedermi al 100% con nessuno. Da F. che ha dovuto avere il me che continuava a remare nonostante le difficoltà, per mesi e mesi. Il me che se ne fregava dei muri che gli metteva davanti, parlava, litigava, ma ogni volta gli dimostrava che era lui la persona con cui si voleva svegliare la mattina.

Sono combattuto tra il “e’ bello che una persona, quando rischia di perderti, faccia degli sforzi per tenerti stretto” e il “è una merda che una persona non si sia fatto carico del fatto che stavi male per quasi un anno e mezzo e poi si sia svegliato giusto perché aveva paura che un altro potesse conquistarti”.

Il punto è che credo che entrambe siano tanto vere quanto incompatibili.

Dall’altra parte chi avremmo? Un Mr. Cazzoèimpegnato che potrebbe tranquillamente essere la persona che meglio interpreta il titolo del film “He’s just not that into you”.

Penso che devo iniziare a mettere al primo posto me.

Francesca Michielin – Distratto

Insieme a te

Giovedì in entrata settimana andata, così diceva una signora di mia conoscenza.

Settimana strana, difficile, intensa. Con A. le cose sono un po’ in stallo, sento un certo distacco. Abbiamo parlato, sembra che non ci siano problemi (io l’ho invitato a pensarci con calma) ma l’equilibrio attuale è molto diverso da un mese fa.

Certo è strano vedere come le cose mutino in breve tempo: pensate che siam partiti con lui perso e io che tenevo il freno a mano….si, perchè all’inizio  non è che fossimo proprio proprio insieme 🙂 Colpa mia… o merito? Si perchè sono dell’avviso che non ci sia fretta, ma solo il bisogno di avere davanti una persona che ha interesse ad approfondire, cosa che c’era.

Poi “insieme” siamo diventati, e ora pare che le mie perplessità iniziali si rivelino segni di lungimiranza e non di paura. Non lo so, credo che sicuramente darò tempo al tempo: preferisco rischiare di investire un mese in più per un cretino, piuttosto che lanciafiammare qualcuno valido per una sensazione. Non nascondo che mi ferisce questa sensazione, questo senso di essersi impegnati a lasciarsi andare per qualcuno che forse in realtà non sapeva davvero quel che voleva. Si, chi lo sa davvero….però a questo punto tanto valeva non insistere così.

Vaaaabbbeeeeeeh, per il resto sto morendo sotto la mole di lavoro quotidiana….ancora un po’ e vado giù secco. Speriamo che questo periodo, quest'”onda”, passi in fretta.

Sto ficcando un po’ il naso in politica e sono sempre più disorientato da questa nebbia che travolge il ns paese. Qualcuno mi trova un aspirante politico, possibilimente non pregiudicato, non ultra settantenne, con un minimo di senso civico e con proposte in tasca dotate di COERENZA e una MINIMA SPERANZA DI PASSARE IN PARLAMENTO?

Attendo fiducioso…

Buon inizio di weekend splendori 🙂


Marco Mengoni – Insieme a te sto bene

Parentesi scoraggiosa

Allora, io giá son un po’ fuori taratura di mio, poi c’ho le amiche criiitiiiine che mi fan vedere i film strappalacrime! Sto guardanodo “Solo un padre” su Can5….. tra l’altro nella scena in cui la moglie è sulla cabrio e gioca con la mano nel vento mi è sembrato di rivedere un giochino che facevo io da piccolo 🙂

Vabbeh, son giorni un po’ strani. Intanto vorrei che fosse messo agli atti che la ragazza francese, Camille, è la mia donna ideale. Sicuramente minimo un anno di storia con lei riuscirei a farlo. Ha quella luce.

Detto ciò, è un po’ di giorni, tanti, che manca qualcosa. Allora: le vecchie questioni stanno finalmente iniziando a sparire, il che è positivissimo….tuttavia qua continuo a faticare nel trovare controparti interessanti. Quello che non mi spiego è che, fondamentalmente, sulla sponda uomini, ho gusti molto poco modaioli e fighetti: la cosa che tendenzialmente mi colpisce è l’aspetto da persona normale e una certa luce nello sguardo.

Ora questa benedetta luce è un cazzo di sbattimento trovarla, però, accident,i le volte che la trovo si fa na fatica a bere anche un caffè. Ok non sono un adone ma non son nemmeno da buttar via….boh, sarà un periodo.

So che è un discorso un po’ sciocco, ma è frutto del malumore di stasera. Metteteci un po’ la fase finale del coming-out che presenta sempre qualche sbattimento, a questo sommate il fatto che, cazzo, sono uno psicopatico ma c’è di peggio in giro: io, quando una persona mi interessa, sono in grado di mettermi in gioco (e questo l’ho appurato negli ultimi anni). Non è che rinuncerei al sesso per amore…mi ha proprio rotto le palle il primo, quindi sarei pure fedele! Possibile che non si quagli?!?

So che non ha senso….però io pensavo che la mia parte di sfiga in amore l’avevo già ampiamente pagata. Adesso non è che pretendo la luna, ma almeno una partita degna di esser definita tale.

Capitemi. Perdonatemi. Oggi va così.


Marco Mengoni – In Un Giorno Qualunque

Love matters

Settimana scorsa stavo parlando con un amico e, raccontandomi del suo ex, ha detto “avrei fatto qualsiasi cosa per lui”.

Rimango spesso sconvolto dalle frasi dette in relazione agli ex, soprattutto messe a confronto con i motivi per cui sono finite le storie. Il problema grosso è che non credo siano le classiche “frasi che si dicono”, anzi, la cosa che mi sconvolge è il conflitto interiore tra l’importanza che può avere una persona e l’incapacità di concretizzare un tentativo valido per andare oltre ai problemi.

Accidenti, io ho visto storie partite tra mille difficoltà, pagate a suon di sacrifici….finire poi per stronzate…. e non riesco a capacitarmi del fatto che possa dipendere dall’amore che di punto in bianco svanisce, dalla voglia che passa…. non me ne capacito.


Meat Loaf – I’d Do Anything For Love (But I Won’t Do That)

Sogni che non c’entrano na mazza….

Sarà la crisi, sarà che vado a dormire tardi, sarà che sono scemo….

L’altra notte ho fatto questo strano sogno, in cui ero seduto in un pub con non ricordo chi. Fatto sta che andiamo alla zona dolci (cosa ovvia se si è con me), dove mi trovo attorno un paio di amiche in più. Ci mettiamo a parlare con la signora dietro il bancone, che ci racconta appunto che son tempi duri, che la crisi si fa pressante, che suo marito continua a cercare lavoro senza successo….

Però poi cambia totalmente discorso e dice questa cosa bellissima “sono molto preoccupata, non sappiamo come fare, però mi basta appoggiare la testa sul petto di mio marito, la sera, per addormentarmi serena”.


Gym Class Heroes feat. Neon Hitch – Ass Back Home

A questo vorrei aggiungere un pensiero per le notizia di cronaca di oggi. Un portiere, vicino a Napoli, si è suicidato per aver perso il lavoro (c’erano un po’ di altri problemi, ma credo sia stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso). Beppe Grillo che si lancia in esternazioni di dubbia utilità e facile strumentalizzazione. Non voglio fare quello che si lamenta sempre della classe politica, ma ce ne fosse uno che è andato oltre al classico “sono indignato, sono costrernato” e avesse risposto alle accuse con dati concreti….evidentemente perchè un fondo di verità in quello che dice Grillo c’è: le scelte politico/economiche stanno stringendo in una morsa l’economia del paese.

Riporto un discorso molto sensato che è passato di recente in TV

Se vi lasciate non vale…

Settimana incasinatissima, mese incasinatissimo. Non ci sto più dentro coi tempi, rubo ore al sonno, e ho detto tutto.

Nonostante l’accavallamento di qualsiasi cosa…è stata una settimana che ha dato qualche soddisfazione. C’è anche stato un piacevole incontro, il che è un miracolo visti gli ultimi tempi, ma questa è un’altra storia….

MAAAA A VOOOIIIII, è mai capitato di rimanerci male quando una coppia di persone che conoscete si lascia? Ultimamente ne sto sentendo di tutti i colori tra relazioni che si interrompono o che vanno in crisi. Devo ammettere che un po’ mi faccio scoraggiare da queste storie:  so che è sbagliato, ma credo che in un certo senso, in una storia in cui “credi”, metti un pezzettino di speranza anche per quello che speri possa essere un amore futuro per te. E’ un po’ strano da spiegare, e io come al solito non sono un campione nell’esprimermi su questi argomenti…. ma capitemi, è venerdì e sono stanco 🙂

Poi vabbeh, io sono scemo e mi vengono i pensieri brutti, e mi dico “cavolo ma qua si lascian tutti meno che….” no, mi tiro un ceffone e mi riprendo! E poi era solo il mese scorso quando dicevo che si sposavano tutti 🙂 Mi sa che è un mercato fortemente soggetto ad oscillazioni!

Buon weekend splendori….

Keep calm, and carry on

Eh…. e la Pasqua è passata. Domani si ricomincia, con quei 2 o 3 kg in più sul groppone.

Continua questa fase un po’ “polverosa”, in cui mi sembra di non riuscire a scrollarmi di dosso i vecchi pensieri, ma allo stesso tempo mi sembra di aver così tanto da fare da non saper da dove cominciare.

Se dovessi fotografare in un’istantanea questo periodo, purtroppo ci sarebbero tante ombre: un po’ a causa di una sorta di perdita di sintonia nel mio giro di amici, forse dettato da qualche problema di comunicazione. Sempre a causa di incomprensioni vedo alcuni rapporti finire, e la cosa lascia sempre un po’ di amaro in bocca. Sul lavoro il solito tran tran, anche qui polvere, e io che inspiegabilmente fatico a comprendere certe dinamiche che ormai dovrebbero essermi note.

Sul personale invece mi sembra di andare avanti, a volte ho la sensazione di avere tutto chiaro, di avere la chiave d’uscita in mano… poi basta una cazzata, un messaggio, per farmi vedere ancora tanti strascichi. Non lo dico mai apertamente, ma vorrei tanto incrociare qualcuno interessante, una persona da scoprire, con cui costruire qualcosa…. perchè l’ultima volta non è andata, e ora sembra che sia impossibile per me posare lo sguardo su qualcuno che mi dia l’impressione di valerne la pena.

La pazienza non è mai stata tra i miei pregi, però ho cercato di imparare. Non si può mica esser pazienti a vita però! S’ha da ripartire. Maggio si avvicina, due anni di salti mortali sul posto praticamente…..e anche due anni di blog.

Dai ho capito, vado a nanna prima che inizio ad ammorbare…. versioni acustiche di nuovi pezzi (un po’ da lacrimuccia) , sempre migliori 🙂


Fun. – We Are Young ft. Janelle Monáe (ACOUSTIC)