Allright I Get it….You’re Idiot!

Titolo che richiama un dialogo della puntata Amends, della serie Buffy The Vampire Slayer, in cui lei, dopo un breve sproloquio del Male Primordiale (stupendo) lo/la liquida con un “All right, I get it, you’re evil. Do we have to chat about it all day?!”.

Questo per dire che ieri sera sono uscito con uno a cui avrei voluto dire “Ok, ho capito, sei un coglione, ora puoi anche smettere di parlare”. Una roba assurda. Per metà serata mi sono prima di tutto divertito, inoltre mi sono stupito della sintonia che in certi momenti riesco a raggiungere con codesta persona. Sono uscito dal ristorante e ho percepito una forte spinta nei suoi confronti, roba che l’avrei baciato li sul marciapiede. Dopo nemmeno un’ora ero tornato sobrio (tanto batteva forte il cuore dal nervoso) e mi stavo trattenendo dal fracassargli il bicchiere sulla fronte.

Punti chiave? “Il pride non ha senso di esistere, perchè è una pessima manifestazione, all’estero la sanno fare meglio.” “Pride perchè? Cosa c’è da essere orgogliosi? Allora dovrebbero fare anche la manifestazione dell’Etero Pride.” “Un bisessuale è in una posizione di vantaggio rispetto a un gay (discutibile), tu puoi scegliere (?!??!).” “Mah non è che sia cambiata poi tanto la situazione per i gay da 15 anni fa ad ora”.

Sto stringendo molto, davvero, perchè c’è dietro almeno un’ora di discussione. I miei punti chiavi sono che bisogna essere orgogliosi di essere qualcosa che, a livello di opinione pubblica, di mentalità del “buon padre di famiglia”, non è accettato di buon grado.
Il pride è una stronzata? Può darsi, di certo i 4 carri che ti fanno vedere al TG5 non rispecchino la reale entità della manifestazione. E non è che se corri il rischio di essere strumentalizzato allora non ne vale la pena partecipare.
La situazione negli ultimi 10 anni è molto cambiata. Non abbiamo ottenuto molto, ma almeno se ne parla, si lotta. Il Pride non risolverà i problemi del mondo e romperà le palle a quei poveretti che vorrebbero prendere la macchina e scaldare la carta di credito facendo shopping in centro (il mio cuore è straziato dal dolore per questo)…. però forse fa capire che PRIMO: la non eterosessualità non è proprio quella devianza mentale che colpisce il 2% della popolazione e SECONDO: se a 13 anni ti senti frocio e i tuoi compagni ti prendono per il culo, suicidarti non è una buona idea, perchè al di fuori del tuo giardino c’è un mondo fatto di tanta genta che la pensa in altro modo.

Ero talmente incazzato che ho sbagliato strada al ritorno (non che per me sia tanto anormale la cosa). Avevo le mani che BOLLIVANO…. non so davvero come riesca a trattenermi in certe situazioni.

Buona domenica!


Tracy Chapman – Talkin’ Bout a Revolution Live

Annunci