Back in the saddle

***modalità flusso incontrollato di pensieri ON***

Sono mille cose contemporaneamente.
Stressato, felice, svogliato, arrapato, perso, determinato, stanco, iperattivo. Tutto vero e tutto in contraddizione. Momento complicato.

Ho capito che, qualche volta, quando si chiude una relazione è un po’ come spostare il male da una parte all’altra. Spesso si sta insieme per un sentimento, anche se ci sono cose che non vanno. Le relazioni sono fatte principalmente di testa, cuore, sesso, in percentuali variabili a seconda dei momenti e con piccole altre parti mutevoli.

A volte è un continuare a soffrire perchè si ha paura di affrontare l’ulteriore sofferenza che sarebbe determinata da una separazione.

In questo momento mi sembra di star bene perchè la mia relazione è finita.
In questo momento mi sembra di star male perchè la mia relazione è finita.

Ci vuole tempo per capire, elaborare, metabolizzare, ricucire le ferite, rialzarsi in piedi.

Ho capito che sicuramente devo migliorare tante cose di me….da come mi rapporto con gli altri, come peso il mio benessere, come riesco a comunicare quello che voglio, come riesco a dare il giusto peso a ciò che vogliono gli altri da me, come riesco a dire SI o NO.

Che casino. Le relazioni sono un casino. I rapporti si basano sul saper comunicare e a volte mi sembra che parliamo tutti una lingua diversa.

Francesca Michielin – Vulcano

Annunci

Pesare l’amore

Oggi stavo facendo una camminata e mi è venuta in mente questa canzone.
Alice Cooper erano capaci di postarvelo tutti, ma la tamarra di periferia ve la tiro fuori solo io 😉

Scherzi a parte, pensavo un po’ al passato, alle volte che mi sono innamorato, e mi sono reso conto che gli amori che sento più forti sono quelli che mi hanno fatto più male.
E’ strano da spiegare ma è come se a volte pesassi l’amore in relazione alla capacità di una persona di farmi soffrire.

Ok non faccio sempre così, mi è capitato anche di pensarci in positivo, di cercare di contare i “picchi di vibrazioni positive”, ma il più delle volte mi sono reso conto di tenere davvero a qualcuno in base a quanto faceva male il sentimento che provavo.

Non sono l’unico, insomma metà delle canzoni d’amore si appoggiano all’equazione Amore:Dolore, tuttavia mi piacerebbe provare a cambiare il mio modo percepire la questione.

Per dirla al’inglese: sarcazzo.

Rita Ora – Poison

50 shades of relationships

Ok, lo ammetto, l’ho visto.

Ero curioso di capire come sarebbe stata la trasposizione cinematografica del successo mondiale che sono stati i tre 50 sfumature…..che non ho letto 🙂

Tralascio le mie impressioni perché non sono l’argomento del post. La peculiarità dei questi due poracci è data da questo grande amore, che è anche un po’ dipendenza, che viene tradotta sul piano fisico tramite la lente di Mr. Grey, in fissa con le pratiche Master/Slave.

Ma se togliamo un attimo la lente di Mr. Grey cosa rimane? Io credo che l’intenzione di chi ha scritto la storia di questi ormai trombatori seriali sia di evidenziare le dinamiche che, a volte, viviamo nelle relazioni. Nella coppia talvolta accade che si chini il capo e si lasci spazio all’altro, che non sa amare se non in un modo che ci fa soffrire. La convinzione che sia davvero, da parte sua, Amore, ci fa rivedere gesti che, presi fuori contesto, ci porterebbero solo sofferenza ma che, all’interno delle dinamiche di coppia, sopportiamo e talvolta ci gratificano.

La cosa pazzesca, ma altrettanto vera, è che spesso c’è piena consapevolezza da entrambi i lati. Pienamente consapevole è il dominatore, che sa benissimo che il sottomesso si mette in quella posizione per una sua scelta.
E’ davvero un dominatore l’uomo che gioisce del leone che si prostra ai suoi piedi? Leone che lo fa solo per amore, leone che con una zampata può porre fine alla tua vita?

Consapevole è il sottomesso, perché sa che il dominatore lo farà in qualche modo soffrire ma comunque sceglie di cedere il comando.
Ma se il sottomesso è colui che fa la scelta, non è a suo modo dominatore?

Consapevole è il dominatore, che chiede al sottomesso di contare i colpi di cinghia che sferra sulle sue chiappe. Sei pienamente consapevole di colpire, sei pienamente consapevole dell’impatto che del tuo gesto sull’altra persona….e tu, sottomesso, che conti ad alta voce per far capire al dominatore che hai ricevuto il colpo…..sei consapevole del fatto che stai confermando a qualcuno che ti ha già colpito una volta, e che gli stai dando carta bianca per farlo ancora?

Sono dinamiche. Sono trasposizioni del rapporto di coppia. Finchè entrambi ci stanno è un bel gioco. Finché entrambi decidono di continuare a starci dentro va tutto bene. Fino a quanto qualcuno non tira fuori la safe word, e ci fermiamo….fino a quando qualcuno non decide di abbandonare la stanza….

P.S.= Sincermante? A me è piaciuto. Ok in qualche parte sono stati un po’ troppo stringati ed hanno passato il confine della surrealità, ma nel complesso non è male. Ovviamente il finale lascia a bocca aperta, perché con questa storia delle trilogie ci han preso davvero troppo la mano!

Crazy In Love (Beyoncé Cover) – Sofia Karlberg

What keeps me from you

Sono combattuto.
Ancora una volta mi sento in quella fase di merda in cui non capisco se quello che non va nella mia vita e nei miei rapporti dipenda da me o dagli altri.

E’ da un po’ che cerco di far quadrare il cerchio con F. e tutt’ora non riesco a capire se ho ancora conti in sospeso col passato, cosa voglio nel presente e soprattutto se voglio condividere con lui il mio futuro. Il problema son gli altri e bassi, queste montagne russe emotive che mi travolgono. Sono disperatamente in attesa del famoso “essere convinto di qualcosa per almeno 7 giorni di fila”.

Da un’analisi specialistica emerge una mia certa tendenza a fissarmi sui dettagli e perdere di vista l’importanza del quadro generale…. sarà vero? Se si’, vogliamo far passare l’idea che i dettagli non siano importanti? Insomma per me la grandezza delle persone sta nelle sfumature! Altro che autoanalisi, qua ce vole n’esorcismo!

E’ tornata, l’amore mio:


Anastacia – Stupid Little Things

Open minds and open couples

Questo è uno di quei discorsoni che sarebbe meglio affrontare a mente fresca, quando si è pieni di energie….ma io sono scemo, si sa.

Coppie aperte: esistono davvero? C’è veramente del sentimento slegato dal sesso o è solo una situazione di comodo, una relazione di serie B?

Partiamo dal presupposto che mi sono sempre ritenuto monogamo e che, pensando all’ultima volta che mi sono preso una sbandata seria per una persona, quando me la immaginavo a letto con un’altro mi sembrava che mi stessero prendendo a pugni da dentro lo sterno.

Ho conosciuto una persona che appunto ha una relazione “aperta” con il suo compagno. In generale, quello che non riesco a capire attira sempre la mia curiosità e, nelle volte in cui c’è stata l’occasione per farlo, ne ho approfittato per chiedere delucidazioni.

C sostiene che, col passare degli anni, si diventi sempre meno disillusi e ci si faccia un’idea più realistica dell’Amore, cosa che spesso comporta una scissione tra quello che è il rapporto di coppia a livello affettivo da quello prettamente sessuale/fisico.

Personalmente non sono d’accordo, credo che non sia un discorso di età ma di esperienze, di equilibri che si instaurano nel rapporto, e non sono nemmeno tanto convitno che sia possibile trovare congeniale la modalità “coppia aperta” con tutti i propri parntner. Insomma oltre ad essere portati per un certo tipo di rapporto, ci sarà anche quello che tira fuori la nostra vena più possessiva, che ci fa sentire il bisogno dell’esclusività.

Fin qui è tutto un pour parlè, tutto un “può darsi” “chi lo sa” “non mi riguarda”, tuttavia sono una persona presuntuosa che crede di riuscire, il più delle volte, a percepire la verità o la menzogna negli occhi e nella voce delle persona che ho davanti.

Ho incrociato sulla mia strada anche un altra persona: D. è fidanzato con una ragazza ma da un sacco di tempo la fa cornuta con gli uomini, ovviamente a sua insaputa. Alla domanda “ma sei innamorato di lei”, la risposta affermativa mi è sembrata vuota di significato. A questo aggiungiamo il fatto che se credi che una cosa sia normale la condividi con la persona che ami, deve essere una scelta comune e condivisa. Il fatto che debba essere celata dietro menzogne e omissioni lascia intendere che anche lui abbia qualche dubbio sulla correttezza dei suoi comportamenti.

Quando invece C. mi ha detto “Lui è la persona che vorrei sempre accanto, con cui mi piace passare il tempo, con cui voglio dormire” ho sentito un carico di significato così grande che per poco mi stende O_o Al contrario della situazione precedente, qui c’è un accordo tra persone grandi e vaccinate, che solo per questo potrebbero vivere il rapporto come gli pare e piace senza che nessuno possa mettere in discussione nulla….però io ci creco che è innamorato, perchè altrimenti non ce la fai a mantenere un legame così per 10 anni.

Sapete che idea mi sono fatto? Che non lo so. Che nella vita mai dire mai. Rimando legato alla mia idea di trovare completezza nell’altro, di bastarsi….però ammetto anche la possibilità che questa mia conceziona sia influenzata dagli standard della società in cui vivo, dal fatto che non l’ho mai messo in discussione. Insomma anni fa credevo che esistessero solo relazioni tra uomini e donne, e invece…

Credo che ogni caso vada valutato singolarmente. Certo, quel che accade tra due adulti consenzienti è sempre affar loro, però ammetto di aver messo un po’ in discussione il muro di pregiudizio che avevo su questo tipo di rapporti. Insomma dubito che facciano per me, ma non lo considero un sentimento di serie B a priori.

Che caldo ragazzi…


Nella Fattispecie – Mario Venuti

…che poi, nel caso di C. , io non la chiamerei infedeltà.

Love matters

Settimana scorsa stavo parlando con un amico e, raccontandomi del suo ex, ha detto “avrei fatto qualsiasi cosa per lui”.

Rimango spesso sconvolto dalle frasi dette in relazione agli ex, soprattutto messe a confronto con i motivi per cui sono finite le storie. Il problema grosso è che non credo siano le classiche “frasi che si dicono”, anzi, la cosa che mi sconvolge è il conflitto interiore tra l’importanza che può avere una persona e l’incapacità di concretizzare un tentativo valido per andare oltre ai problemi.

Accidenti, io ho visto storie partite tra mille difficoltà, pagate a suon di sacrifici….finire poi per stronzate…. e non riesco a capacitarmi del fatto che possa dipendere dall’amore che di punto in bianco svanisce, dalla voglia che passa…. non me ne capacito.


Meat Loaf – I’d Do Anything For Love (But I Won’t Do That)

Se vi lasciate non vale…

Settimana incasinatissima, mese incasinatissimo. Non ci sto più dentro coi tempi, rubo ore al sonno, e ho detto tutto.

Nonostante l’accavallamento di qualsiasi cosa…è stata una settimana che ha dato qualche soddisfazione. C’è anche stato un piacevole incontro, il che è un miracolo visti gli ultimi tempi, ma questa è un’altra storia….

MAAAA A VOOOIIIII, è mai capitato di rimanerci male quando una coppia di persone che conoscete si lascia? Ultimamente ne sto sentendo di tutti i colori tra relazioni che si interrompono o che vanno in crisi. Devo ammettere che un po’ mi faccio scoraggiare da queste storie:  so che è sbagliato, ma credo che in un certo senso, in una storia in cui “credi”, metti un pezzettino di speranza anche per quello che speri possa essere un amore futuro per te. E’ un po’ strano da spiegare, e io come al solito non sono un campione nell’esprimermi su questi argomenti…. ma capitemi, è venerdì e sono stanco 🙂

Poi vabbeh, io sono scemo e mi vengono i pensieri brutti, e mi dico “cavolo ma qua si lascian tutti meno che….” no, mi tiro un ceffone e mi riprendo! E poi era solo il mese scorso quando dicevo che si sposavano tutti 🙂 Mi sa che è un mercato fortemente soggetto ad oscillazioni!

Buon weekend splendori….