Milano centrale e dintorni…

Torno un po’ indietro nel tempo per sfiorare un argomento che mi è tornato in testa di recente, precisamente al rientro dal Pride di Bologna dove, ovviamente, le coincidenze dei treni erano un optional.

Io e e il buon Amoon (che aveva il treno alle 23:20) avevamo quasi un’ora da affogare nell’attesa! Che fare? Andiamo a caccia di un caffè va…

Partiamo dal presupposto che, sembra assurdo, abbiamo dovuto faticare per riuscire a raggiungere l’obiettivo. Camminando, da un bar in chiusura all’altro, notiamo che c’è una fila di senza tetto appoggiata al muro di fronte a noi.

Ragazzi una situazione imbarazzante. Non fraintendetemi, non per loro, ma per la città di Milano. Nel 2015 dobbiamo ospitare l’Expo e il fiume di gente che si porterà dietro, e non siamo nemmeno strutturati per gestire il problema senzatetto. E’ sempre più frequente ormai che, girando per la città, mi renda conto dell’inadeguatezza a livello strutturale del comune. Amoon mi faceva giustamente notare che eravamo a un tiro di schioppo dal palazzo della Regione Lombardia e ci trovavamo davanti ad una situazione di degrado davvero impressionante.

A Formigò, e svegliate!


Alanis Morissette – Guardian

Annunci